Tag Archive | formai de mut

Welcome To Bergamo: il nuovo progetto Enogastronomico

Un’estate di gusto e sapore, sempre più tipica e sempre più estesa sul territorio bergamasco, aperta alla tradizione e votata alla conoscenza della cultura gastronomica orobica.

Il progetto, ideato e diretto dal Grand Hotel del Parco, sta ampliando la sua rete, andando a coinvolgere le aziende posizionate nei luoghi strategici della provincia, per offrire ai turisti un’offerta gastronomica improntata sul territorio. Tra le aziende che hanno aderito da subito ci sono:

Latteria di Branzi: che propone nell’offerta il Formaggio Tipico Branzi FTB, il Taleggio e lo Zola Malghese, e una selezione di salumi: tutto proveniente dai piccoli allevatori dell’alta Valle

Elav Birrificio Indipendente: che ha fatto della birra un’arte, declinabile in base ai suoi sapori ad ogni tipo di pietanza.

Azienda Agricola Biava: fresca di ingresso nella rete, propone il suo Ghibellino, un vino rosso immediato ed esuberante dalle fresche note fruttate, prodotto dalla famosa azienda agricola di Scanzorosciate.

Una combinazione gastronomica varia e curata in ogni dettaglio, per dare al menù lo stesso sapore che secoli di storia hanno dato alle nostre tavole. Ora scopriamo insieme dove poter trovare la Degustazione Welcome To Bergamo.

Grand Hotel del Parco: Fondatore dell’iniziativa, grazie alla location raffinata, alla cucina interna ed alla personalizzazione dei menu potrete aggiungere valore ed eleganza ad ogni evento.

Via Galeno, 8 – 24040 – Stezzano ( BG ) – 035 / 591710

In Baita – Latteria di Branzi: l’ingresso tra le meraviglie della Valle Brembana prevede prima di tutto una sosta, a Zogno, In Baita. Lì, la storica Latteria di Branzi ha aperto un punto di riferimento per turisti e amanti della montagna. Un food shop e ristorante con il meglio della produzione locale.

Via Grotte delle Meraviglie, 14A, 24019 Zogno BG – 0345 92061

Bù Cheese Bar: dopo una passeggiata nel cuore di Bergamo centro, potrete sostare nel dehor del primo (e unico) cheese bar cittadino, caratterizzato da una moderna rivisitazione degli ingredienti provenienti dalla montagna. Dall’antipasto fino al dolce, passando per la Degustazione Welcome To Bergamo fino al drink a base di siero di latte.  Segui Bù Cheese Bar su Facebook e Instagram.

 Via Monte S. Michele, 1, 24121 Bergamo BG – 035 220289

Monastero di Astino: uno dei luoghi più affascianti e secolari di Bergamo, posizionato sui colli cittadini, offre uno scenario di bellezza e biodiversità vegetativa incomparabile. Tra mostre ed eventi, anche la bellissima terrazza (con Elav Birrificio Indipendente, Da Mimmo Ristorante e La Marianna Ristorante) e il chiostro interno (quest’ultimo gestito da Bù Cheese Bar) dove potrete gustare i prodotti della degustazione Welcome To Bergamo.

 Via Astino, 13, 24129 Bergamo BG

Elav Kitchen & Beer: nel fascino medievale di città alta nel nuovo pub e ristorante Elav a Bergamo Alta con le birre alla spina ed in bottiglia firmate Elav, aperitivi, cocktails alla birra, brunch e un programma di seminari, eventi ed approfondimenti culturali.

Via Solata, 8, 24129 Bergamo BG – 035 017 2871

Ristorante Genio 1961,  un luogo fresco ed accogliente per coloro che vogliono passare una piacevole

La gestione familiare assicura un atmosfera piacevole e calorosa senza per questo rinunciare a quel “tocco di classe” che occorre nelle occasioni piu’.

Vai L. da Vinci 27, 24040 – Stezzano ( BG ) – 035 – 591315

 

Latteria di Branzi ti aspetta In Baita, a Zogno, in via Grotte delle Meraviglie 14/A (Bg) –  0345 92061 Siamo aperti da lunedì a domenica con servizio di vendita dei nostri migliori prodotti tipici e nel week end con il servizio di ristorazione.

 

I formaggi brembani sposano i vini nobili di Tenuta Vinea

foto 3E’ nello splendido scenario di Valtellina, terra a ridosso delle Alpi Retiche nota per i suoi paesaggi mozzafiato, per le sue superbe montagne e per i suoi grandi vini, che nasce Tenuta Vinea SCERSCÈ. Cristina Scarpellini, bergamasca di nascita, ma tiranese d’adozione è la testa pensante dell’azienda che con passione si dedica in prima persona alla vinificazione delle uve della proprietà terrazzata, architettura frutto del duro lavoro dell’uomo e testimonianza millenaria di una tradizione culturale e colturale ancora viva.

Cuore, coraggio e creatività sono le tre parole che caratterizzano e contraddistinguono l’esperienza di Cristina.

Siamo a Teglio, in Valgella, dove i vigneti di proprietà si collocano in un unico corpo aziendale, con un’ottima esposizione verso Sud Sud-Est, ad una quota di circa 600mslm. Sono rigorosamente a rittochino secondo tradizione ed i terrazzi comunicano tra loro con scale in pietra, allevati e condotti per tutto il loro ciclo vitale pianta per pianta, manualmente e con cura quasi paterna. Un suolo franco sabbioso, un’esposizione dei terreni che dona grande luminosità ed una notevole escursione termica.

IMG_8097Il vitigno dal quale si ottengono i vini è il Nebbiolo, qui denominato “Chiavennasca”: nobile, austero, longevo, esigente, padre di vini storicamente molto famosi. Necessita di una particolare situazione ambientale e climatica alla quale i pendii delle Alpi Retiche si prestano perfettamente.

L’origine di Cristina e la sua passione verso i prodotti locali generano un’unione perfetta tra Orobie Bergamasche e Alpi Retiche Valtellinesi, tra gustosi formaggi tradizionali e i vini nobili della Tenuta.

Tre i vini prodotti.

“Nettare Rosso di Valtellina DOC.

Nebbiolo giovane, deciso ma gentile allo stesso tempo. Note fruttate di marasca e ciliegia, toni speziati e ricordi di viole. Raccolta rigorosamente a mano. Nasce in acciaio, segue un affinamento in botti di rovere per 6 mesi per poi completare in bottiglia la sua evoluzione. Delicato e persistente è vino da tutto pasto, perfetto in abbinamento ad antipasti, primi piatti, carni bianche e formaggi giovani.

Ottimo abbinamento: Strachinel, Rosetta e Branzi per la loro delicatezza e dolcezza

Essenza Valtellina Superiore DOCG

Rispecchia l’evoluzione del Nebbiolo, del suo colore, la complessità e la finezza dei suoi profumi, che ben si bilanciano con il gusto trovando spezie come il pepe e la cannella. Profumi forti, note di viola molto delicate, completate dal gusto di liquirizia e nocciola. Raccolta rigorosamente a mano. Nasce in acciaio, segue un affinamento in botti di rovere per 15-18 mesi ed invecchia in bottiglia per almeno 6 mesi. Elegante ed armonico, si sposa perfettamente con pizzoccheri, carni bianche e rosse, formaggi stagionati e selvaggina.

Ottimo abbinamento: Formai de Mut per la sua stagionatura e perché conserva la fragranza delle erbe, il sapore delicato, non piccante e poco salato.

Infinito Sforzato di Valtellina “Infinito” Sforzato di Valtellina DOCG

Prodotto solo nelle annate migliori selezionando le uve da tutti i vigneti della proprietà. Un vino che esprime tutte le potenzialità di un Nebbiolo curato grappolo per grappolo, lasciato ad appassire per poter concentrare zucchero, aroma, colore e gusto, per dare “un qualcosa” difficile da dimenticare. Profumi molto fini, contrapposti ad un corpo forte e deciso ed un gusto ammaliante che ricorda la frutta sotto spirito, la marasca, la susina, sentori di viola e rosa appassita contornati da un piccante come la cannella e il pepe rosa. Raccolta rigorosamente a mano. Nasce con un appassimento naturale delle uve. Affinamento in botti di rovere per almeno 24 mesi, seguito da 8-10 mesi in bottiglia. Grande morbidezza e persistenza, si sposa perfettamente con carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.

Ottimo abbinamento: Formai de Mut, Bitto Storico dopo l’anno di stagionatura per la sua nobiltà, intensità e vivacità.

Nebbiolo è cuore, Nebbiolo è passione.

www.tenutascersce.it

Formai De Mut: buono e brembano

Formai-de-Mut-DOPIl prodotto presenta caratteristiche ben definite dal disciplinare di produzione: si tratta di un formaggio a pasta semi cotta con contenuto minimo di materie grasse del 45% sulla sostanza secca, prodotto esclusivamente con latte di vacca intero proveniente da una o due mungiture e a debole acidità naturale.

La forma cilindrica, di 30-40 centimetri di diametro e con scalzo dritto o leggermente convesso, alto 8-10 centimetri, pesa dagli 8 ai 12 chilogrammi.

La crosta è sottile, giallo paglierino nelle forme giovani e tendente al grigio con il procedere della stagionatura.

La pasta, di color avorio leggermente paglierino, è compatta, elastica con un’occhiatura diffusa detta ad “occhio di pernice”. La maturazione minima è di 45 giorni, ma può anche essere
protratta per diversi anni. Il sapore è delicato, poco salato, non piccante; l’aroma restituisce la fragranza e i profumi dei foraggi dell’Alta Valle Brembana.

Il latte viene coagulato ad una temperatura compresa tra i 35 e i 37°C con aggiunta di caglio
onde ottenere la cagliata in 30 minuti.
Il formaggio è prodotto con una tecnologia caratteristica: si effettua una rottura della cagliata,
seguita da una semicottura della massa caseosa fino alla temperatura di 45-47°C e dalla successiva agitazione fuori fuoco. In seguito la cagliata viene estratta dalla caldaia e posta negli appositi stampi denominati “fassere”; devono inoltre essere effettuate adeguate pressature onde favorire lo spurgo del siero.
La salatura può essere eseguita a secco o in salamoia; nel primo caso occorre ripetere l’operazione a giorni alterni per circa 8-12 giorni.
La stagionatura fatta sulle classiche “scalere” in legno ha una durata minima di 45 giorni.

Ottimo formaggio da tavola tradizionalmente accompagnato con la polenta Bergamasca,
preferisce il Valcalepio Bianco se è fresco, il Valcalepio Rosso o un Rosso Riserva se è maturo.
E’ anche un ottimo ingrediente base nella preparazione di gustose ricette.

La sede operativa si trova in Via P.Ruggeri 12 – 24019 Zogno (Bg)

Telefono 035 4524880 E-mail info@formaidemut.info

I Formaggi Principi delle Orobie

formaggi-principi-delle-orobie1I formaggi Principi delle Orobie sono stati definiti le “sei eccellenze casearie” delle montagne Brembane, sono stati scelti da Slow Food  per accogliere le delegazioni internazionali che arriveranno alla manifestazione nella «Piazza dei sapori», per una decina di giorni nella fase iniziale di Expo 2015.

Sono sette le realtà imprenditoriali che hanno messo in moto i «Principi delle Orobie»: azienda agrituristica Ferdy Quarteroni di Lenna, Casarrigoni di Taleggio, Latteria Sociale di Branzi, Latteria Sociale di Valtorta, società agricola Guglielmo Locatelli di Vedeseta, cooperativa Sant’Antonio di Vedeseta e società Bitto Trading di Gerola Alta (Sondrio).

Le eccellenze locali invece, come è stato già specificato, sono sei. Agrì Valtorta, Bitto storico, Branzi, Formai de Mut dell’alta Valle Brembana, Stracchino e Strachitunt.

L’AGRI’ DI VALTORTA è un formaggio a pasta cruda, a base di latte vaccino intero, prodotto unicamente nella  Latteria sociale di Valtorta in Val Brembana. Il frutto di tre giorni di lavorazione è un formaggio dolce, aromatico, dall’inconfondibile forma cilindrica.
Il BITTO STORICO DOP  è un formaggio a base di latte vaccino di capra,  prodotto da secoli nell’alta Val Brembana grazie al Consorzio Salvaguardia Bitto Storico. Ha la  Denominazione di Origine Protetta  (Dop). Mangimi vietati e mungitura rigorosamente a mano, di questo formaggio ogni anno nel mondo
vengono prodotte solo 1500 forme. E’ l’unico formaggio al mondo con una stagionatura che può superare i 10 anni.
BRANZI FTB viene prodotto da secoli nell’omonimo paese di Branzi, in Alta Val Brembana, questo formaggio viene prodotto con latte vaccino intero crudo dalla  Latteria Sociale di Branzi.
Può avere un sapore dolce e delicato oppure, nella versione più stagionata (fino a 12 mesi per lo stravecchio), lievemente piccante.
FORMAI DE MUT DELL’ALTA VALLE BREMBANA DOP è un formaggio di latte vaccino dalle antichissime origini, prodotto sugli alpeggi Brembani tra i 1.300 e i 2.500 m di altitudine. Il sapore è delicato, poco salato, con un retrogusto che rimanda ai foraggi alpini. Anche lui ha la  Denominazione di Origine Protetta (Dop).
STRACCHINO ALL’ANTICA DELLE VALLI OROBICHE, formaggio grasso, molle, gustoso e saporito; si produce con latte vaccino a munta calda in Valle Brembana, Val Taleggio (infatti è l’antenato del formaggio taleggio), Val Serina e Valle Imagna. Stracchino in dialetto bergamasco indica quei formaggi prodotti con il latte di vacche ‘stracche‘, ovvero stanche per via della transumanza.
STRACHITUNT DELLA VAL TALEGGIO DOP nome che in dialetto bergamasco significa ‘Stracchino rotondo‘, è un formaggio a pasta cruda, erborinato, prodotto con latte intero di vacca.Da lui discende il  Gorgonzola  così come lo conosciamo. E’ stato definito da Gianfranco Vissani il ‘formaggio più buono del mondo’. Prodotto tradizionalmente in alta Val Taleggio, ha la Denominazione di Origine Protetta  (Dop).

Queste produzioni di eccellenza possono garantire un afflusso turistico, e allo stesso tempo mettere al centro il legame tra un prodotto e il suo territorio.

 

I Formaggi Principi delle Orobie in Formato Street

città alta

Foto tratta dal quotidiano L’Eco di Bergamo

Inauguriamo la categoria “Le Ricette della Baita”, presentando 8 creazioni gastronomiche, pensate e realizzate da 7 ristoranti di primo livello di Città Alta – la roccaforte medievale di Bergamo. In occasione dell’evento Street Food “E.State a Sant’Agostino” la città accoglie i Formaggi Principi delle Orobie forniti dalla Latteria di Branzi, con un Welcome Tasting che anticipa l’Expo 2015 (Leggi l’articolo dell’evento qui), posti al centro di un contest creativo culinario presentato ai fotografi e al pubblico mercoledì 9 luglio

 

1- Caffetteria Cavour Presenta:

Un piatto semplice, disposto su un tagliere in legno di noce che presenta bruschette su cui è stata disposta la salamella e Strachitunt fuso

Bruschette Carne 2

2- Da Mimmo Presenta:

In apertura una splendida pizza con Stracchino delle valli orobiche, lardo e un tocco di rosmarino; A seguire (foto 2) una pizza con striscioline di formaggio Branzi FTB tagliato fine, scarola e coppa, concludendo con la grande novità delle Bésse de Brans (cui dedicheremo un articolo a parte)

Pizza 2 fondo Pizza Coppa

3- La Tana Presenta:

Per la La Tana, invece, un tagliere su cui sono stati disposti lo Taleggio fritto in farina di nocciole con abbinata una fetta di Stracchino all’Antica con confettura di pomodori verdi e cipolle rosse fondenti

Taleggio impanato 2

4- Osteria del Vino Buono Presenta:

Sul tagliere di noce, l’Osteria ci presenta una composizione che profuma di tradizione, con salame affettato e tradizionale polenta bergamasca accompagnata da Formai de Mut

Salame e polenta

5- Pozzo Bianco Presenta:

Grande novità, con il Branzi-Burger che arriva a sopresa su un tagliere arricchito di pomodori, bacon, pane al sesamo e salsa dello chef a parte. Ma a fare la differenza in questo hamburger è il formaggio Branzi FTB…

Hamburger

6- Trattoria Sant’Ambroeus Presenta:

Il tagliere di noce è stato riempito con un mix di bresaola e insalata, su cui poggiano scaglie di Bitto Storico e crema di Botticello con olive

Rucola

7- Vineria Cozzi Presenta:

Uno splendido risotto con riserva di San Massimo, mantecato con Botticello e finito con Agrì di Montagna e colorato di mirtilli

Risotto Agri

Si ringrazia per le splendide foto lo Studio Grafico Zonca di Bergamo

%d bloggers like this: